Ai bordi del campo
In Collina, quegli alberi solitari che si stagliano ai bordi dei campi custodiscono un segreto. 
Puoi capirlo dalle risate cristalline che capita di udire in certi pomeriggi d’estate mentre si riposa ai piedi di un tronco, o da certi movimenti repentini che accadono tra le foglie se mosse improvvisamente dal vento.
A quanto pare, però, occorre attendere la luce calante della sera d’autunno per svelare l’arcano. Quando la luce torna a scemare presto e la tentazione di rattristarsene bussa alla porta del cuore, occorre ricordare che la magia preferisce l’intimità della penombra e la morbidezza dei sussurri per manifestarsi…
Così, se ti dovesse capitare di passare accanto a un frassino o a un platano sul far della sera di queste giornate sempre un po’ più brevi, non temere le piccole lucine che potresti vedere accendersi nella fessura della corteccia ma scaccia la malinconia e tendi bene le orecchie.
Sarà il segnale che quell’albero sta per rivelare il suo segreto anche a te.

Dove vuoi guardare adesso?

Lungo il sentiero
Nella nebbia
Tra i fiocchi di neve
Nelle pozzanghere
Fuori dalla finestra
Nel fitto del bosco
Ai bordi del campo
Verso il cielo
Tra i fiori selvatici
Torna all’inizio della strada