Chi sono

Mi chiamo Clarissa Cozzi e sono una visual designer con la mano da illustratrice e il cuore d'artista.

Il senso del mio lavoro è trovare una forma visiva chiara, riconoscibile e memorabile per raccontare il tuo: lo faccio prendendomi cura di loghi e identità visive e sviluppando progetti creativi che, di tanto in tanto, si divertono a uscire dal foglio.

Se il mio mestiere fosse un oggetto, sarebbe uno specchio magico in grado di mostrare sempre la verità.
Niente fuffa né immagini stereotipate ma, solo, linee sincere, il più delle volte semplici, capaci di amplificare il valore più autentico che sostiene quello che fai.
Agli occhi degli altri, certo, ma forse, soprattutto, ai tuoi.

É per questo che mi piace lavorare con i piccoli: piccoli professionisti, piccoli brand e piccole attività impegnate nella costruzione del proprio posto nel mondo, con cui basta guardarsi negli occhi per riconoscersi e sentire, nel tempo di un respiro, che si sta camminando nella stessa direzione.

Il senso del mio lavoro è trovare una forma visiva chiara, riconoscibile e memorabile per raccontare il tuo: lo faccio prendendomi cura di loghi e identità visive e sviluppando progetti creativi che, di tanto in tanto, si divertono a uscire dal foglio.

Se il mio mestiere fosse un oggetto, sarebbe uno specchio magico in grado di mostrare sempre la verità. Niente fuffa né immagini stereotipate ma, solo, linee sincere, il più delle volte semplici, capaci di amplificare il valore più autentico che sostiene quello che fai. Agli occhi degli altri, certo, ma forse, soprattutto, ai tuoi.

É per questo che mi piace lavorare con i piccoli: piccoli professionisti, piccoli brand e piccole attività impegnate nella costruzione del proprio posto nel mondo, con cui basta guardarsi negli occhi per riconoscersi e sentire, nel tempo di un respiro, che si sta camminando nella stessa direzione.

Cerchiamolo insieme

Scommettiamo che quel posto esiste già, che lo rendi reale tu attraverso il tuo lavoro, ogni giorno.
Forse, semplicemente, non è visibile, o non lo è del tutto, o non è lo è per bene.
In questo caso, affacciati alla finestra e raccontami la tua storia.
Le daremo forma insieme.

Se ti serve un’immagine unica e riconoscibile
Se ti serve uno strumento per arrivare più lontano
Se le idee sono un po’, abbastanza o parecchio confuse

Consulenze ~ In arrivo!

Due parole sullo storytelling

Il mio metodo di lavoro è basato sulla narrazione.

“Raccontare storie”, per me, non significa cavalcare un trend: prendere un concetto e trasformarlo in un racconto è una cosa che faccio letteralmente in fase di progettazione perché, ho scoperto, questo è il modo che mi è più congeniale per entrare in sintonia con un’altra sensibilità, per mettere in fila i dettagli e per cogliere le sfaccettature più significative a comunicare l’insieme.

E, stando a quello che dicono, il risultato non entusiasma solo me!